Spazio Arte

" I Poeti dell'Associazione" 


 HOMPAGE -

 

Carmelo Cozzo

Vive ed opera ad Adrano CT

Pittore, Scultore e Poeta

 

Estasi

 

Beati gli anni miei

alla corolla avvinti,

sfavillanti di rugiada,

candidi petali sul ramo.

Estasiato, al sole di primavera

baciai il tuo volto.

Dritti al cuore gli occhi tuoi.

Angelico carezzevole sorriso,

mostri d’aureola spoglio il capo

a chi bramando si bea

e riverendoti, in amore

si prostra affranto.

Lontano dalla mente

desiderio insano,

nell’abbraccio

e nella stretta di mano

s’acquieta lo spirito mio.

In pace riposa

nel vivo ricordo del tempo

di ritrovata primavera,

finché gli anni

tristi, oggi lieti,

mi portano vagando per il mondo.

Scolpiti nell’animo mio

aulenti pensieri.

 

 

Solo per l’inferno

 

Cammino tra ali

di fuoco

giù per il ripido pendio,

solcato da canali

di morti,

a valle.

Un fumo nero mi sbarra la vista,

si confonde lo sguardo.

Scendo a fatica

tra mucchi di corpi

oscurati di cielo.

E butto lì

tra satani danzanti,

l’anima mia.

 

 

 

La sentenza

 

Mostra senza ritegno

il tuo volto!

Non m’incanti con altre sembianze.

Ti conosco e ti aspetterò

col viso della morte.

Serenamente con te discorro,

senza tremare.

Stolto chi ti teme,

stolto chi di te trema.

A un passo dalla luce

c’è sempre la fine.

L’uomo ti ignora

e solo in fondo alla via,

la mente, memore,

risponde al vero.

Ed allora, a nulla giova più

la paura, il tremore.

Bussa al petto la ragione

e con mani sanguinanti al volto

imprimi il marchio della vergogna.

Ti presenti col collo penzolante

a Dio, tremante,

non baldanzoso come un tempo!