Spazio Arte

" I Poeti dell'Associazione" 


 HOMPAGE -

 

Alfio Sciacca

Poeta dialettale

Via Asiago 87  Adrano (CT) tel 32953384684

-----------------------------------------------  

 

Auguri

******

Tanti auguri Angilu Cuttuni,

‘nta la Tò Arti grandi Prufissuri,

fai palazzi e casteddi ‘gnuni, ‘gnuni;

e di unni passi lassi tantu Amuri.

Ringraziu a tutti, gintili pirsuni,

che assemi a mia, dati tantu onuri,

facemu applausi ‘cù vera ragiuni,

e grazii all’Artista veru Prufissuri.

*****

Ho dedicato questi versi,

per ricordare la grande Mostra

del vero Amico, Artista Angelo Cottone.

Adrano 19/agosto 2006.

*******

U Mé Paisi

 

Non vogghiu vantari iu lu mé Paisi,

 ma ‘zzoccu scrivu é la viritati,

ca é ‘mpaisi ‘chinu di surprisi,

ca li turisti sunu stranizzati:

Paisi d'amuri.di gioia e surrisi,

‘na villa stupenta ‘ppi li Innamurati,

poi nell’estati è ‘nà ‘rrarità.

Musica, cantu, prosa e variità.

 

Lu paisanu si senti gran Pascià,

guardannu, penza.e vivi in alligria,

e ‘nuddu ‘ccì dici leviti di 'ccà,

‘c ‘asannunca finisci a camurria.

Durnísi pacinziusu in ’quantità,

ma si si smovi, si pigghia di pazzia;

di lu Paisi si senti patruni,

e  ’ppì difisa perdi la ragiuni.

 

Saggiu,e gintili  ‘ccù. tanti pirsuni,

massimamenti ‘ccù li furasteri,

ca tanti genti in ‘ogni stasciuni,

trovunu Adranu di biddizzi veri,

‘Ccù tuttu ca li guerri lazzaruni;

distrassiru beni di mill’anni arreri,

lassannu li genti ‘ccù li vucchi amari,

pinzannu lu persu ca non pò turnari.

 

 

Tanti trricchizzi ristanu di guardari,

lu gran Munasteru di Santa Lucia,'

lu Casteddu Nurmannu é sò cumpari,

Santa Chiara cuntenti Fistjggja.

La Chiesa Matri e Pura d'ammirari,

A Maculatedda li genti arricria,

ca duna acqua,  duci, leggia, e pura,

cu appuzza lu mussu si leva l'arsura,

 

Maistri D'arti ‘ccù tanta bravura,

facennu sacrifici senza fini,

Gigneri e Architetti di Cultura,.

ca fabricanu. u Teatro Bil1ini,

San Petru teni fermi li sò mura,

contru lu tirrimotu e li ruvini,'

vai a lu Salvaturi, pari ca dici,

teni l’amusi miu, campa filici

 

 

‘Ppi stu Paisi ‘cci voli ‘na curnici,

fatta d’ora e d'argentu, lu ‘cchiù beddu,

‘ppi ricurdari a nui e ‘ccù lu, fici,

e ‘ntà lu menzu Patri Mungibeddu,

Santa Nicola guarda e a tutti dici,,

cu. veni ‘ccá si leva lu  lu ‘ccappeddu,

era Adirnù, Adranu é chiamatu,

in tuttu lu munnu é sempri mirituatu.

 ------------------------------------

 

Autore Alfio Sciacca.

Ho fatto questi versi su Adrano,

. per ricordare i suoi tesori più

particolari,che risultano a verità,

ADRANO- _21/9/2003

**************

Un Padre D'amore

 

Il Mondo piange te Papa Giovanni,

uomini e donne con grande dolore,

amati da un Padre per ventiseienni,

per tanta umanità il benefattore.

Hai combattuto; malvagi e tiranni,

con l’arma più potente il tuo amore,

portando affetto e il tuo sorriso,

ai sofferenti tu davi il paradiso.

 

Per ogni questione forte e deciso,

aiutando affamati e bisognosi,

dove la guerra il bene ha reciso,

lasciando morti e fatti vergognosi.

La sofferenza di tanti hai condiviso,

tanti Nazioni hai fatto Religiosi,

e dove andavi col tuo grande cuore,

per povera gente eri il Buon Pastore.

 

Nei giovani sei entrato nel suo cuore,

in tè o Padre! Asilo hanno trovato,

tu sarai sempre il suo protettore

perché l'amore tuo l'ha contagiato.

Pregano insieme il Sommo Creatore,

per questo Padre che a sé ha chiamato,

con anima triste e cuore addolorato

pregano tutti contro ogni peccato.

 

O! Padre Eterno che ci hai privato

di un Santo Papa, che ci ama tanto

dove c'é guerra la Pace ha portato,

dov'era tristezza, violenza e pianto.

O! Papa giusto, che il tuo cuore hai dato

l per te Preghiamo lo Spirito Santo,

che lui ti accolga nella Sua Gloria

l e i vivi leggono la tua Santa Storia.

 ------------------

Ho dedicato questi versi come preghiera,

a Sua Santità Papa Karol  Wojtyla,

Giovanni PaolO secondo, per la sua morte

avvenuta          il 2/4/2005.  Alle Ore 21/37-

 

ADRANO 7/4/2005

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un Padre D'amore

 

Il Mondo piange te Papa Giovanni,

uomini e donne con grande dolore,

amati da un Padre per ventiseienni,

per tanta umanità il benefattore.

Hai combattuto; malvagi e tiranni,

con l’arma più potente il tuo amore,

portando affetto e il tuo sorriso,

ai sofferenti tu davi il paradiso.

 

Per ogni questione forte e deciso,

aiutando affamati e bisognosi,

dove la guerra il bene ha reciso,

lasciando morti e fatti vergognosi.

La sofferenza di tanti hai condiviso,

tanti Nazioni hai fatto Religiosi,

e dove andavi col tuo grande cuore,

per povera gente eri il Buon Pastore.

 

Nei giovani sei entrato nel suo cuore,

in tè o Padre! Asilo hanno trovato,

tu sarai sempre il suo protettore

perché l'amore tuo l'ha contagiato.

Pregano insieme il Sommo Creatore,

per questo Padre che a sé ha chiamato,

con anima triste e cuore addolorato

pregano tutti contro ogni peccato.

 

O! Padre Eterno che ci hai privato

di un Santo Papa, che ci ama tanto

dove c'é guerra la Pace ha portato,

dov'era tristezza, violenza e pianto.

O! Papa giusto, che il tuo cuore hai dato

l per te Preghiamo lo Spirito Santo,

che lui ti accolga nella Sua Gloria

l e i vivi leggono la tua Santa Storia.

 

Ho dedicato questi versi come preghiera,

a Sua Santità Papa Karol  Wojtyla,

Giovanni PaolO secondo, per la sua morte

avvenuta          il 2/4/2005.  Alle Ore 21/37-

 

ADRANO 7/4/2005